VolunTour in India alla scoperta della cultura locale e degli slums

Il progetto di VolunTour nel Nord dell’India prevede un viaggio alla scoperta della cultura locale e indaga la problematica dell’industrializzazione e della nascita delle slums

Destinatari: volontari 18+
Dove: Himachal Pradesh, Chandigarh
Durata: dal 25 settembre al 6 ottobre 2017
Chi: RUCHI in collaborazione con Associazione di promozione sociale Joint
Deadline: il prima possibile

industralizzazione e slums in india I VolunTours sono esperienze uniche che combinano turismo sostenibile, volontariato e conoscenza delle comunità locali, il tutto incentrato su una specifica tematica per ciascun paese asiatico coinvolto. Per maggiori informazioni sui VolunTours visita il nostro sito web: http://volunt-tour.info

Il VoluntTour in India, ai piedi dell’Himalaya è un progetto promosso da Ruchi in collaborazione con l’Associazione di promozione sociale Joint. Attiva dal 1983, Ruchi (Human Centre for Human Interests) è un’organizzazione indiana impegnata nello sviluppo delle zone rurali del Nord India attraverso la promozione del volontariato internazionale e l’implementazione di numerosi progetti educativi e di empowerment delle comunità locali che mettono al centro le persone e le loro esigenze.

Durante l’esperienza del VolunTour “Industrialisation & Slums of Baddi”, i viaggiatori avranno la possibilità di immergersi nella cultura indiana, scoprire favolosi paesaggi e confrontarsi con antiche tradizioni, interagendo con le comunità locali. Lo scopo di questo nuovo formato di mobilità internazionale è offrire ai viaggiatori, un’esperienza formativa di qualità e inspirare la partecipazione attiva a livello locale e internazionale. Grazie a questo VolunTour, i viaggiatori avranno infatti modo di di far luce sulle crescenti problematiche ambientali dovute al rapido processo di industrializzazione a Baddi, nel distretto di Solan, e di conoscere gli interventi promossi dalla comunità locale e le risposte concrete delle ONGs e degli stakeholders coinvolti per migliorare le condizioni di vita negli Slums.

Questo VolunTour offre ai partecipanti le seguenti esperienze:

  • incontro e interazione con la comunità locale di Baddi e con i principali stakeholders;
  • supporto alle attività agricole proposte da Ruchi nelle fattorie biologiche di Dagarla;
  • giornate di volontariato in ambito di protezione e salvaguardia ambientale: visita del Centro educativo nello slum- partecipazione ad attività di educazione ambientale con i bambini- sviluppo di idee progettuali in relazione alla tematica e con risorse limitate;
  • incontro e interazione con gruppi di donne locali per l’empowerment femminile;
  • visita guidata dei siti culturali di Chandigarh e Kasauli e partecipazione al Festival induista di Dussehra.
L’accommodation durante il soggiorno sarà presso la sede dell’Associazione Ruchi in camere doppie con bagni privati. Il vitto sarà costituito da 3 pasti giornalieri a base di cucina tipica indiana e saranno forniti dall’associazione stessa.
Il costo del VolunTour è di 400 € che comprende le spese di vitto, alloggio, l’orientamento iniziale, i trasporti locali, le visite guidate e le spese progettuali. Inoltre, dopo essere stati selezionati, sarà necessario versare una somma di 80€ all’Associazione Joint che comprende la quota di partecipazione al progetto e la tassa di iscrizione annuale all’associazione. Si ricorda che le spese di viaggio, visto ed eventuale assicurazione sono a carico dei partecipanti.

Per candidarsi a questo VolunTour in India e per avere maggiori informazioni sul programma dettagliato consultare il sito http://volunt-tour.info/discover-all-the-tours/india/

Share:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Potrebbe interesarti

Articoli Correlati

Premio “Giuseppe Taliercio”

Premio “Giuseppe Taliercio”

Il Premio “Giuseppe Taliercio” vuole assegnare tre premi per tesi di laurea magistrale su transizione digitale e sostenibilità Nell’ambito delle iniziative commemorative del quarantesimo anniversario