Volontariato internazionale in Nepal in progetti dedicati alle donne

Destinatari:volontari o studenti/ tirocinanti 18+
Dove: Nuwakot/ Okhaldhunga, Nepal
Durata: da 4 a 8 settimane
Chi: Volunteers Initiative Nepal (VIN) in collaborazione con Associazione di promozione sociale Joint
Deadline: il prima possibile

campo di volontariato india donneVolontariato Internazionale o internship in Nepal con un progetto promosso dall’associazione Volunteers Initiative Nepal (VIN) in collaborazione con l’Associazione di Promozione Sociale Joint. Sin dal 2005 la missione principale di Volunteers Initiative Nepal (VIN) è stata quella di favorire la crescita umana e sociale delle comunità locali nepalesi, attraverso progetti finalizzati a migliorarne le condizioni di vita, specialmente delle fasce più a rischio, quali donne e bambini. VIN, assieme all’Associazione Joint e ad Initiative et Developpement Citoyen, ha fatto parte del progetto VolunTube e grazie a questo, oggi potete vedere in concreto cosa significa partecipare ad un progetto di volontariato internazionale attraverso l’esperienza di altri.

VIN promuove 3 progetti di volontariato internazionale e/o di internship legati alle donne. Progetti legati alla loro formazione, allo sviluppo di attività generatrici di reddito e all’arginamento del fenomeno di traffico che le vede essere vendute per prestare servizi di servitù I volontari/tirocinanti.

Il primo progetto “Women’s Empowerment: Income Generation & Marketing” (Cod. VINLMTV01B) mira a sovrintendere alla recente crescita di iniziative di generazione di reddito delle donne (allevamento, agricoltura, artigianato ecc). I volontari e/o tirocinanti si occuperanno di:

  • analizzare le iniziative ed i processi di formazione intrapresi, così da migliorarne l’efficacia;
  • sviluppare attività di formazione;
  • dare un aiuto concreto nelle attività.

Il secondo progetto “Women’s Empowerment: Microcredit Cooperative” (Cod. VINLMTV01C) si focalizza sul micro credito accessibile alle donne per lo sviluppo di attività generatrici di reddito. I volontari e/o tirocinanti si occuperanno di:

  • supporto all’istituzione di cooperative per l’accesso al credito;
  • aiuto nella ricerca di agenzie per accedere a finanziamenti;
  • creare gruppi sociali di donne per creare solidarietà e per rinforzare il microcredito;
  • sviluppare progetti di richiesta di fondi per i progetti sull’empowerment delle donne.

Il terzo progetto “Women’s Trafficking Prevention Education” (Cod. VINLMTV01D) intende indagare e arginare il fenomeno del traffico di donne. Ogni anno si stimano 10.000-15.000 ragazze vendute e finite in bordelli indiani, costrette a diventare serve. In questo progetto i volontari e/o tirocinanti si occuperanno di:

  • ricerche sulle famiglie e sulle motivazioni che hanno portato alla vendita delle ragazze per trovare possibili soluzioni;
  • supportare classi sulla tutela dei diritti delle donne, life coaching;
  • condurre campagne di informazione all’interno della comunità e nelle scuole.
Requisiti dei volontari/tirocinanti:
  • avere una conoscenza base della lingua inglese;
  • avere interesse per la tematica del progetto.

Questi progetti di volontariato/internship internazionale sono permanenti e possono essere svolti in qualsiasi periodo dell’anno a partire dal 1 o dal 15 del mese.

Per partecipare a questo progetto, bisogna essere iscritti all’Associazione di promozione sociale Joint. La quota di iscrizione annuale è pari a 30 Euro.

Inoltre, sarà richiesta una quota di partecipazione variabile a seconda della durata e della tipologia del soggiorno, a seconda che sia volontariato o internship:

  • di 555 o 615 euro per 4 settimane;
  • di 630 o 700 euro per 5 settimane;
  • di 705 o 785 euro per 6 settimane;
  • di 780 o 870 euro per 7 settimane;
  • di 855 o 955 euro per 8 settimane.

Per ogni settimana aggiuntiva, a tale quota si dovranno sommare 75 euro per il volontariato e 85 euro per il periodo di internship.

Si ricorda che la quota di partecipazione non copre le spese di viaggio né il costo dell’assicurazione e dell’eventuale visto, che rimangono a carico di ciascun volontario, mentre comprende le spese per il vitto (3 pasti al giorno), l’alloggio, il pick-up da e per l’aeroporto e una visita guidata di mezza giornata a Kathmandu.

Per candidarsi a questi progetti in Nepal, clicca su questa pagina.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Potrebbe interesarti

Articoli Correlati

Incontro Speciale sul senso del volontariato

Appuntamento online “Cosa Vuol Dire Essere Volontari?” per riflettere sul significato del volontariato grazie alle testimonianze dai volontari in prima persona, inviati all’estero da Associazione