analisi dei bisogni

Europrogettazione: cos’è l’analisi dei bisogni?

Hai mai sentito parlare di analisi dei bisogni in ambito europrogettazione e sai perché è una tappa fondamentale per la stesura di progetti europei? 

analisi dei bisogni

In questo articolo parliamo di bisogni.

I bisogni sono mancanze, totali o parziali, di elementi o condizioni che minano il benessere di una comunità, di un gruppo di singoli individui o persone. 

I bisogni possono essere primari, come cibo e acqua, o astratti, come una migliore coesione di una comunità o una maggiore alfabetizzazione finanziaria.

Ma cosa hanno a che fare i bisogni con il mondo della progettazione europea?

Mi crederesti se ti dicessi che l’analisi dei bisogni è una fase fondamentale nell’ideazione, scrittura e sviluppo di ogni progetto? Quindi continua a leggere per scoprire come eseguire un’analisi approfondita dei bisogni e capire perché essere un maestro nell’identificazione dei bisogni ti renderà un buon europrogettista.

Nella fase concettuale di un progetto europeo, l’analisi dei bisogni è una fase preliminare ma essenziale. T

Tutti i progetti che vengono sottoposti alla Commissione Europea per l’ottenimento di fondi hanno l’obiettivo di colmare un divario tra cosa sarebbe desiderabile ci fosse e quello che realmente c’è nel tessuto sociale.

L’analisi dei bisogni nella progettazione europea aiuta a:

  • comprendere meglio la comunità: ogni comunità ha i propri bisogni e risorse, così come una propria cultura e struttura sociale, una rete unica di relazioni, storia, punti di forza e conflitti che la definiscono. La valutazione della comunità ti aiuta a scoprire non solo i bisogni e le risorse, ma anche la cultura e la struttura sociale alla base, che ti aiuteranno a capire come rispondere ai bisogni della comunità e utilizzare le sue risorse. Inoltre potrai capire perché una comunità funziona in un certo modo e non in un altro;
  • decidere le priorità per il miglioramento della comunità o del sistema: certo, non avrebbe senso cercare di risolvere i problemi della comunità senza comprendere appieno cosa essi siano e come siano nati.
  • conosci fin dall’inizio con quali fenomeni hai a che fare e minimizzare la probabilità di essere sorpreso da qualcosa che non ti aspettavi in ​​seguito.

Non è quindi possibile pensare ad un progetto che sia slegato dal contesto in cui va attuato e dai bisogni della comunità di riferimento.

Sarebbe come costruire un parco giochi per bambini in un paese di anziani, o fare coperchi per pentole il cui diametro, forma e dimensione sono sconosciuti.

L’analisi dei bisogni nella progettazione europea è quindi di fondamentale importanza e richiede la massima attenzione: il modo in cui viene realizzata determinerà se il progetto avrà successo o meno nel lungo periodo.

Dunque, una volta identificato il tuo target group (ovvero il gruppo di riferimento che sarà destinatario dei frutti del tuo progetto) la tua analisi dei bisogni può iniziare, come?

Nel prossimo articolo ti darò degli strumenti che ti serviranno per poter predisporre e condurre un’analisi dei bisogno efficace!

Nel frattempo, ti consiglio di dare un’occhiata alla nostra rubrica “5 minuti con un EUROPROGETTISTA” nella quale potrai trovare tanti contenuti gratuiti per muovere i primi passi nel mondo dell’europrogettazione!

A presto!

Share:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Potrebbe interesarti

Articoli Correlati

raccontami

“Raccontami”: la storia di Milena

In questo sesto episodio di “Raccontami”, la storia di Milena, da aspirante architetto alla fondazione della sua organizzazione grazie alle opportunità europee Bentornati a “Raccontami”,

eurodesk

Sondaggio Eurodesk rivolto ai giovani

Sondaggio Eurodesk rivolto a giovani dai 13 ai 35 anni di tutta l’Europa sull’accessibilità alle informazioni sulle opportunità internazionali Eurodesk ha come obiettivo principale quello