Concorso fotografico dell’Agenzia europea dell’ambiente (EEA)

Il concorso fotografico “Climate Change PIX” di EEA invita i cittadini dei paesi ammissibili, a partire dai 18 anni, a riconnettersi con la natura e a catturare tutte le sue meraviglie con la macchina fotografica.

concorso EEA

Lanciato dall’Agenzia europea dell’ambiente (EEA), il concorso fotografico “Climate Change PIX” invita i cittadini dei paesi ammissibili, a partire dai 18 anni, a riconnettersi con la natura e a catturare tutte le sue meraviglie con la macchina fotografica.

I partecipanti possono presentare fotografie che ritraggono una delle seguenti quattro categorie:

  • impatti del cambiamento climatico sulla natura
  • impatti del cambiamento climatico sulla società
  • soluzioni sociali per il cambiamento climatico
  • azione individuale sul cambiamento climatico

I vincitori del concorso riceveranno un premio in denaro di 1.000 euro per ogni categoria e 500 euro per il premio Public Choice e il premio Giovani.

Il premio per la gioventù sarà assegnato alla proposta vincente, selezionata tra quelle presentate da persone di età compresa tra i 18 e i 24 anni (nati tra gli anni solari 1997-2003, entrambi inclusi) in una delle quattro categorie del concorso.

Tutti i finalisti saranno proposti per il Public Choice Award e potranno anche apparire nel futuro materiale digitale e cartaceo dell’AEA e dei suoi partner europei.

La votazione pubblica si svolgerà dal 1° al 15 settembre 2021.

I partecipanti possono presentare fino a cinque candidature entro il 1° agosto 2021.

Per saperne di più, clicca qui.

Conosci altre iniziative simili?

Faccelo sapere sulla nostra pagina Facebook! 

Vuoi conoscere come partecipare al concorso “Il mio mondo senza inquinamento? Clicca qui!

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn
Potrebbe interesarti

Articoli Correlati

Incontro Speciale sul senso del volontariato

Appuntamento online “Cosa Vuol Dire Essere Volontari?” per riflettere sul significato del volontariato grazie alle testimonianze dai volontari in prima persona, inviati all’estero da Associazione