Incentivi per giovani e donne che vogliono avviare un’impresa

Feb 8 • Concorsi • 1596 Views • Commenti disabilitati su Incentivi per giovani e donne che vogliono avviare un’impresa

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Chi: giovani tra i 18 e i 35 anni e donne


ImpresaInvitalia, agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, promuove l’incentivo Nuove imprese a tasso zero, a disposizione dei giovani e delle donne che vogliono avviare una micro o piccola impresa .

Possono usufruire dell’incentivo le imprese composte in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni o da donne. Le imprese devono essere costituite in forma di società da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda. Anche le persone fisiche possono richiedere i finanziamenti, a condizione che costituiscano la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.

Sono finanziabili le iniziative per:

  • – produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli;
  • – fornitura di servizi alle imprese e alle persone;
  • – commercio di beni e servizi;
  • – turismo.

 

Gli incentivi sono validi in tutta Italia e finanziano progetti d’impresa con spese fino a 1,5 milioni di euro. Le agevolazioni sono concesse nei limiti del regolamento de minimis e consistono in un finanziamento agevolato senza interessi (tasso zero) della durata massima di 8 anni, che può coprire fino al 75% delle spese totali.

Le imprese devono garantire la restante copertura finanziaria e realizzare gli investimenti entro 24 mesi dalla firma del contratto di finanziamento.

Lo stanziamento iniziale è di circa 50 milioni di euro.

 

La richiesta di finanziamento può essere inviata a partire dal 13 gennaio 2016 esclusivamente online, attraverso la piattaforma informatica di Invitalia. Non c’è data di scadenza: Nuove Imprese a Tasso Zero è una misura a sportello, il che vuol dire che le domande possono essere presentate fino a quando ci sono fondi disponibili. Ogni domanda verrà valutata indipendentemente dalle altre e verrà ammessa solo se per ognuno dei criteri di valutazione verrà raggiunto il punteggio minimo stabilito.

I criteri sono i seguenti:

  • – adeguatezza e coerenza delle competenze dei soci rispetto all’attività prevista dal piano di impresa e ai ruoli di responsabilità che saranno ricoperti;
  • – capacità dell’iniziativa di presidiare gli aspetti del processo tecnico-produttivo e organizzativo;
  • – introduzione di soluzioni innovative sotto il profilo organizzativo, produttivo o commerciale;
  • – potenzialità del mercato di riferimento, vantaggio competitivo dell’iniziativa e relative strategie di marketing;
  • – sostenibilità economica e finanziaria dell’iniziativa.

Per scoprire di più visitare questa pagina.

 

Comments are closed.

« »